Sterlina indebolita, pesa ancora il dubbio sul futuro post-Brexit

Posted on by Eleonora De Giorgio in Forex Commenti disabilitati su Sterlina indebolita, pesa ancora il dubbio sul futuro post-Brexit

Così come l’euro, anche la sterlina si è leggermente indebolita contro il dollaro statunitense, pur riuscendo a mantenersi in area 1,33 GBP/USD. In ogni caso il calo è stato evidentemente inferiore rispetto a quello attraversato dall’euro, rispetto al quale si è pertanto leggermente rafforzata portandosi – temporaneamente – da 0,88 a 0,87 EUR/GBP.

Per quanto concerne i movimenti della sterlina, e le ragioni connesse, è probabile che in buona parte questi riflettano i dati macro, con il dato di inflazione che ha mostrato un incremento maggiore del previsto da 3,0% a 3,1%, al di sopra del limite superiore del target range (2% ±1%). Tuttavia, è anche vero che questo movimento non ha fatto incrementare le probabilità di un rialzo dei tassi, che attualmente gli analisti di mercato scontano solamente nella seconda metà dell’anno prossimo (è anche per questo motivo che la sterlina è poi tornata rapidamente sui propri passi). Read more


Guida breve all’uso di MetaTrader 4

Posted on by andrea in Forex Commenti disabilitati su Guida breve all’uso di MetaTrader 4

forexQuando bisogna scegliere una piattaforma per il trading, ci si trova davanti a un mare di possibilità. Ognuna offre i propri strumenti e funzioni, che attraggono – o almeno cercano di attrarre – sempre più clienti. In questo articolo ci siamo promessi di analizzare in particolare la piattaforma Metatrader 4 italiano per aiutarvi a capire se  possa essere quella che fa al caso vostro. Inoltre, vi potrebbe donare qualche informazione aggiuntiva di cui non siete a conoscenza, nel caso siate già trader di questa piattaforma. Read more


Euro verso nuovo rafforzamento?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Finanza, Forex Commenti disabilitati su Euro verso nuovo rafforzamento?

L’euro ha chiuso la scorsa settimana con un ulteriore rafforzamento delle proprie quotazioni contro il dollaro, aiutato soprattutto da nuovi dati macro positivi sulla crescita dell’area, e da qualche apertura sul fronte politico in Germania dove – dopo il fallimento dei primi negoziati per formare un governo di coalizione tra CDU, liberali e verdi – l’SPD ha lasciato intendere che potrebbe collaborare per poter governare nuovamente con la formula della grande coalizione con la CDU di Merkel. Read more


Azioni area euro, ci si prepara alla parte finale d’anno

Posted on by Eleonora De Giorgio in Finanza Commenti disabilitati su Azioni area euro, ci si prepara alla parte finale d’anno

Sui listini europei questi giorni sembrano essere caratterizzati dai realizzati da parte degli azionisti, dopo un periodo ampiamente positivo: si tratta presumibilmente di una frenata fisiologica dettata dalla volontà di monetizzare i guadagni anche in vista della chiusura di anno della performance dei portafogli, anche se non mancano i margini di inserimento ex novo.

Qualche delusione è intanto arrivata dalle trimestrali sotto le attese, ma nella maggior parte dei casi i risultati sono stati in linea o superiori alle stime di consenso. Read more


Rivoluzione in casa GE, ecco come cambia il gigante energetico

Posted on by Eleonora De Giorgio in Finanza Commenti disabilitati su Rivoluzione in casa GE, ecco come cambia il gigante energetico

General Electric ha annunciato un piano rivoluzionario per potersi riorganizzare in chiave più snella e in linea con le mutevoli esigenze di mercato. In particolar modo, il noto operatore ha confermato di volersi trasformare in 3 società di minori dimensioni e, con l’occasione, ha dimezzato le stime per gli utili e per i dividendi di periodo. Read more


Cresce ancora la fiducia nell’area euro

Posted on by Eleonora De Giorgio in Finanza Commenti disabilitati su Cresce ancora la fiducia nell’area euro

Continua a crescere nell’area euro l‘indice di fiducia economica (ESI), incrementato nell’ultimo mese più del previsto, ribadendo così che l’espansione appare essere solida. Ancora una volta, insomma, l’indice di fiducia economica (ESI) elaborato dalla Commissione UE è aumentato più di quanto previsto in ottobre a 114,0 punti contro i precedenti 113,1 punti, estendendo così i miglioramenti registrati costantemente nell’ultimo anno (a ottobre scorso, l’indice era a 106,3 punti). Read more


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi