Aumentano le infezioni negli ospedali

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Aumentano le infezioni negli ospedali

medical-563427_960_720Gli ospedali italiani sono dei luoghi sempre meno sicuri, almeno sotto il profilo della contrazione delle infezioni. Secondo quanto dichiarato dal professor Francesco Menichetti, direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive presso l’Ospedale di Pisa, le infezioni che vengono contratte dai pazienti in sede ospedaliera sarebbero cresciute mediamente del 10%.

Insomma, a causa di una minore attenzione nel contrastare i batteri nelle corsie degli ospedali, sarebbero fortemente cresciute le infezioni come la polmonite, che sono peraltro sempre più difficili da curare anche con i nuovi farmaci, a causa della nuova generazione di super batteri particolarmente resistenti. Read more


Ictus, nuove speranze per i pazienti colpiti

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Ictus, nuove speranze per i pazienti colpiti

alcohol-428392_960_720I pazienti che in seguito a ictus hanno subito disabilità motorie permanenti potranno presto avere nuove speranze di guarigione. Sono infatti positivi i risultati di un nuovo test su alcune persone colpite da tale patologia, curate con una terapia a base di cellule staminali che sono state iniettate direttamente nelle zone del cervello colpite, mediante un piccolo foro praticato nella testa.

Il trattamento avrebbe dato immediati risultati incoraggianti, e in alcune ipotesi avrebbe inoltre condotto a un recupero di alcune funzioni motorie. È quanto emerge da uno studio pubblicato sull’ultimo numero della rivista Stroke, condotto dai ricercatori della Stanford University in California, e coordinato dal ricercatore Gary Steinberg, su un campione di 18 persone che avevano subito un ictus almeno un anno prima, subendo le già ricordate disabilità motorie permanenti. Read more


I Mucolitici

Posted on by andrea in Salute Commenti disabilitati su I Mucolitici

raffreddoreI Mucolitici sono una classe di farmaci che aiutano l’espulsione del muco dalle vie aeree, dai polmoni , dai bronchi e dalla trachea . Tali farmaci possono essere ulteriormente classificati per il loro meccanismo d’azione: Read more


Principali cultivar dell’olio di sicilia

Posted on by andrea in Mangiare sano Commenti disabilitati su Principali cultivar dell’olio di sicilia

olio siciliaL’olio è un prodotto alimentare che viene ricavato dall’ulivo, certo, ma forse non tutti sanno che in realtà esistono molte varietà di questa pianta: i cosiddetti cultivar (termine che deriva dalla fusione delle parole inglesi cultivaed variety). Ad oggi i principali cultivar di olio siciliano sono i seguenti. Read more


Consulenza psicologica online

Posted on by andrea in Psicologia Commenti disabilitati su Consulenza psicologica online

pensareLa consulenza psicologica online è uno strumento che si sta diffondendo molto negli ultimi anni. Tramite questo servizio si fornisce la possibilità di iniziare un percorso con un professionista, senza dover affrontare obbligatoriamente un incontro diretto faccia a faccia. Può essere una soluzione innovativa per tutte le persone che per scelta o per obbligo, non possono recarsi fisicamente in un luogo diretto per far parte della seduta. Read more


Dove si mangia meglio? Ecco i paesi in cui il tasso di obesità è davvero basso

Posted on by debora in Perdere peso, Salute Commenti disabilitati su Dove si mangia meglio? Ecco i paesi in cui il tasso di obesità è davvero basso

obesitàLa cucina è un luogo sacro. Proprio come la tavola. Molti considerano il momento di mangiare come un rituale difficile da rinunciare. Ma quali sono i paesi in cui si mangia meglio? E, soprattutto, quali sono quelli in cui il tasso di obesità è davvero molto elevato? Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), esiste una lista di paesi a cui dovremmo ispirarci. Vediamo quali sono.

Lo stato che registra il tasso di obesità più basso in assoluto è il Giappone. Ovviamente è una notizia nota: grazie al tipo di alimentazione a cui sono abituati, infatti, non corrono di sicuro il rischio di ingrassare. I giapponesi prediligono pesce fresco, riso e verdura.

L’OMS, però, ha segnalato altri paesi ” da imitare”: l’Olanda, ad esempio, ha registrato un tasso di obesità pari al 10%. Sebbene questo paese abbia molti piatti grassi e ricchi di calorie, è altrettanto vero che la maggior parte dei suoi abitanti preferisce mangiare abbondantemente a pranzo, salvo poi stare leggero a cena.

A sorpresa, tra gli stati con il minor tasso di obesità, troviamo la Svizzera. I nostri amati “cugini” sono ricchi di cioccolata di tutti i tipi. Tuttavia l’OMS ha registrato solo il 17,5% di tasso di obesità. Anche la Francia, a grande sorpresa, si colloca solo al quarto posto: l’OMS ha registrato solo il 18% di obesità all’interno del paese, nonostante i formaggi grassi, i dolci invitanti e le specialità tipiche delle varie zone.

Se vi state chiedendo in quale posizione potremmo trovare l’Italia, state certi che non la vedrete tra le prime 10: nel nostro paese si mangia sicuramente molto bene, ma l’OMS ha rilevato il 40% di tasso di obesità. Un dato allarmante e destinato, purtroppo, a crescere. Insomma, in definitiva, se volete vivere a lungo e, soprattutto, in salute non vi resta che iniziare una dieta tipicamente….giapponese! Provare, per credere.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi