Tipi di personalità e loro caratteristiche

I tipi di personalità sono stati individuati da molto tempo, tanto che Ippocrate li chiamava i quattro temperamenti, per stabilire i quattro archetipi della personalità delle persone.

Naturalmente, quello spunto si è oggi evoluto. E più recentemente Myers-Briggs, come adattamento della teoria dei tipi psicologici, prodotta da Carl Gustav Jung, ha prodotto 16 diversi tipi di personalità, ottenibili mediante la compilazione di un questionario per identificare i diversi approcci alla vita.

Anche se queste informazioni sono utili, non è pratico dare un questionario a qualcuno e poi chiedergli di compilarlo. È necessario un metodo in cui possiamo invece usare le nostre capacità di osservazione e consapevolezza. È qui che la nostra comprensione del linguaggio del corpo e della comunicazione non verbale ci servirà bene.

Come identificare una personalità

Uno dei modelli preferiti per identificare una personalità è il modello Merrill-Wilson. È semplice da capire e veloce da identificare. I quattro tipi di personalità sono Driver, Espressivo, Amabile e Analitico.

Ci sono due variabili principali per identificare un tipo di personalità. Sono più bravi con i fatti e i dati o con le relazioni? Sono introversi o estroversi?

Da questo, otteniamo quattro tipi principali.

  • Driver: basato sui fatti, estroverso, alto controllo emotivo
  • Analitico: basato sui fatti, introverso, alto controllo emotivo
  • Amabile: basato sulle relazioni, Introverso, basso controllo emotivo
  • Espressivo: basato sulle relazioni, estroverso, basso controllo emotivo.

Quasi tutte le persone si muoveranno tra queste caselle in diverse situazioni e possono essere una qualsiasi delle quattro, ma tenderanno a sentirsi più a loro agio in una di esse. L’archetipo in cui cadono le persone è facile da riconoscere una volta che si sa cosa cercare. Questo può essere molto utile quando si ha a che fare con le persone. Può darvi un’indicazione quando comunicate con loro e selezionate il tipo di strategia da adottare.

Gli indizi

Il primo passo è identificare se qualcuno è un introverso o un estroverso. Fatto questo, fate attenzione al calore del saluto che ricevete. Questo vi darà un’indicazione se il pensiero emotivo influenzerà le decisioni o meno.

Dominante – Mira ad avere il controllo

Le persone dominanti mostrano controllo e potere. Spesso mostrano una stretta di mano ferma, un contatto visivo diretto e un linguaggio del corpo controllato con pochi battiti di ciglia. Aspettatevi di vedere un forte contatto visivo che a volte può farvi sentire un po’ a disagio. Useranno spesso la stretta di mano dominante dove le nocche sono rivolte verso l’alto e il palmo verso il basso.

Il linguaggio del corpo riflette controllo e dominanza e non si muovono molto. Quando si muovono è con uno scopo. Le mani sono spesso posizionate sui fianchi per rendersi più grandi. Le posizioni del corpo includono: stare in piedi per sembrare più alti con la testa all’indietro. A volte possono sedersi con le mani dietro la testa in una posizione tesa.

A queste persone spesso piace fare giochi di potere che includono avere una scrivania più grande o essere più in alto della persona con cui si incontrano. Per dimostrare il controllo possono ruotare la sedia di lato o anche con la schiena rivolta verso di voi. Tutto questo illustra il potere e il controllo che loro percepiscono di avere. Tendono a non sorridere perché questo è percepito come un segno di debolezza. Quando ridono in pubblico, è in un modo molto controllato. Amano molto che le altre persone si avvicinino a loro per presentarsi e per ringraziarli dell’invito. Tenderanno a stare al centro della stanza circondati da persone di status inferiore. Le persone di status inferiore esibiranno segnali non verbali di status inferiore, come abbassare la testa.

Espressivo – Mira ad essere notato

Un espressivo spesso accoglie le persone con un saluto caloroso e mostrerà una stretta di mano entusiasta. Sono meno formali. Sono amichevoli e calorosi ma non hanno paura di dire di no. Tendono ad avere meno controllo sul loro linguaggio del corpo e come tale è molto espressivo. Sono animati quando parlano. Aspettatevi di vedere gesti della mano mentre usano le braccia e le mani per comunicare la loro eccitazione. C’è spesso un maggior grado di movimento della parte inferiore del corpo.

Gli espressivi si muovono molto e tendono anche ad ammiccare molto. Le decisioni sono basate sull’emozione. Aspettatevi di vedere un sacco di contatto visivo confortevole. Non sono prepotenti e il contatto visivo si muove molto. Quando sono seduti, gli Espressivi spesso occupano molto spazio in alcune posizioni insolite. Poiché la loro capacità di attenzione è molto bassa e si distraggono facilmente, vediamo spesso manifestazioni di distrazione. Gli espressivi amano le cose che sono eccitanti e nuove, aspettatevi di vedere manifestazioni di noia o disinteresse se non sono d’accordo con voi. Tendono a sorridere molto e non hanno paura di ridere. Alle feste, gli espressivi sono di solito al centro dell’attenzione e al centro di ciò che sta succedendo. Gli piace fare un’entrata in grande stile riconoscendo tutti quando entrano nella stanza.

Amabile – Mira a mimetizzarsi

Gli amabili sono introversi. Mirano a compiacere e non amano il confronto e spesso vedono entrambi i lati dell’argomento. Spesso vi saluteranno con una morbida stretta di mano. Sono fiduciosi e vogliono che tutti vadano d’accordo. Il loro linguaggio del corpo riflette l’essere introversi e tendono a rendersi più piccoli e meno appariscenti. Lo fanno tenendo le braccia e le gambe sotto controllo e vicino al corpo. Si stanno letteralmente rendendo meno visibili. La loro testa è spesso giù in una posizione leggermente abbassata per evitare di essere notati.

Gli amabili odiano il confronto e non mostrano un forte contatto visivo. Non amano il confronto o essere messi sotto pressione. Segni di disagio sono spesso mostrati se viene applicata una pressione su di loro. Tendono a muoversi più lentamente in un movimento più controllato. Alle feste, gli Amiables sono spesso posizionati al lato della stanza. Questo è legato al fatto che non vogliono essere notati. Sono spesso coinvolti in una conversazione non con un gruppo di persone ma con un’altra persona a tu per tu. Quando sorridono è più un sorriso caldo e quando ridono è più controllato. Quando un Amabile entra nella stanza, mira a farlo senza essere notato.

Analitico – Mira a risolvere le cose

Gli analitici amano i dati, i dettagli e i fogli di calcolo. Spesso camminano con la testa inclinata in avanti. Queste persone sono introverse e molto spesso hanno una consapevolezza esterna molto bassa. Hanno un contatto visivo molto scarso e tendono a guardare molto in basso quando ti parlano. Hanno un alto grado di controllo emotivo e possono dare l’impressione di non essere interessati a ciò che qualcun altro sta dicendo.

Questo deriva dalla loro mancanza di comprensione di come impegnarsi. Dato che hanno una bassa capacità di autoconsapevolezza, a volte indosseranno dei vestiti insoliti che non si adattano all’occasione. Le loro basse capacità di consapevolezza possono anche essere osservate con la loro mancanza di espressioni facciali che riflettono le diverse emozioni in una storia che qualcuno può raccontare.

Cambiare stile

Usare questa analisi del linguaggio del corpo ci permette di adattare il nostro stile quando ci impegniamo con altre persone. Se, per esempio, fossimo un terapeuta e vedessimo arrivare qualcuno che è un Amabile. Sapremmo che avremmo bisogno di adattare il nostro stile. A loro piace la rassicurazione e prendono le cose con un ritmo lento. La fiducia è molto importante per loro. Se avete a che fare con un espressivo, per esempio, ci si aspetta che gli chiediate delle loro vacanze e che parlino molto. Non saranno molto guardinghi con le informazioni e saranno più che felici di parlare con entusiasmo ed espressività. Se hai a che fare con un dominante, ci si aspetta che tu mantenga la relazione professionale e che arrivi al punto abbastanza rapidamente. Ai dominanti piace sfidare le persone. Aspettatevi di essere sfidati e di sapere tutto sul vostro argomento. Se avete a che fare con un analitico, aspettatevi di trovare difficile avere molto di una conversazione con loro.

Posted on by Eleonora De Giorgio in Psicologia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi