Dati personali, gli smartphone ci fanno diventare meno prudenti

Posted on by Eleonora De Giorgio in Smartphone Commenti disabilitati su Dati personali, gli smartphone ci fanno diventare meno prudenti

I ricercatori della University of Pennsylvania hanno pubblicato un nuovo articolo sul Journal of Marketing che spiega che il dispositivo che le persone utilizzano per comunicare può influenzare la misura in cui sono disposte a rivelare informazioni personali o intime su se stesse.

Lo studio di prossima pubblicazione sul Journal of Marketing si intitola “Full Disclosure: How Smartphones Enhance Consumer Self-disclosure”, scritto da Shiri Melumad e Robert Meyer, afferma che gli smartphone alterano ciò che le persone sono disposte a rivelare di sé agli altri.

La ricerca indica che le persone sono più disposte a rivelare informazioni personali su se stesse online usando il proprio smartphone rispetto ai computer desktop. Ad esempio, i tweet e le recensioni su smartphone hanno più probabilità di essere scritte dal punto di vista della prima persona, di rivelare emozioni negative e di discutere della famiglia privata e degli amici personali dello scrittore. Allo stesso modo, quando i consumatori ricevono un annuncio online che richiede informazioni personali (come il numero di telefono e il reddito), sono più propensi a fornirle quando la richiesta viene ricevuta sul loro smartphone rispetto al computer desktop o portatile. Read more


Bambini e smartphone, l’esposizione ai display danneggia le capacità di apprendimento?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Smartphone Commenti disabilitati su Bambini e smartphone, l’esposizione ai display danneggia le capacità di apprendimento?

Sebbene la quarantena pandemica stia continuando, i genitori stanno esaurendo i mezzi per tenere occupati i bambini. Le compresse, i telefoni o i computer sono certamente una soluzione rapida ma… permettere ai bambini di passare più tempo online fa male alla loro capacità di interagire con gli altri dopo che la quarantena COVID-19 sarà revocata?

Un nuovo studio dell’Ohio State University ha scoperto che, nonostante il tempo dedicato agli smartphone e ai social media, i giovani di oggi sono socialmente qualificati come quelli della generazione precedente. Read more


Cos’è e come funziona Amazon Music

Posted on by Eleonora De Giorgio in Smartphone Commenti disabilitati su Cos’è e come funziona Amazon Music

In un settore dominato da Spotify, non tutti sanno che anche Amazon presidia il comparto dello streaming musicale in maniera molto efficace attraverso la su Amazon Music. Ma come funziona?

Utilizzare Amazon Music è molto semplice e, soprattutto, molto vantaggioso. Soprattutto per chi, in particolare, è abbonato al servizio Amazon Prime e, in virtù di questa sottoscrizione del noto piano a pagamento, può ascoltare online e scaricare direttamente sul proprio smartphone o sul proprio tablet circa due milioni di brani contenuti nella grande libreria di Amazon Music. Read more


WhatsApp studia account e servizi business

Posted on by Eleonora De Giorgio in Smartphone Commenti disabilitati su WhatsApp studia account e servizi business

Facebook è alla ricerca di una nuova fomra di monetizzazione della propria più utilizzata app di messaggistica istantanea. E così, dopo aver investito ben 19 miliardi di dollari per procedere all’acquisizione di WhatsApp, una transazione che si è chiusa nell’ottobre del 2014 e che era stata annunciata nel febbraio precedente, la società ha lasciato trapelare qualche nuova intuizione sul modello di business da seguire per i propri prodotti. Read more


Guadagnare con i selfie: è possibile?

Posted on by debora in Smartphone Commenti disabilitati su Guadagnare con i selfie: è possibile?

selfieVi siete mai chiesti se un vostro selfie possa farvi guadagnare non solo punti in fatto di popolarità, ma anche soldi? In realtà, è possibile grazie ad un’app particolare ed innovativa. Avete capito bene: è possibile guadagnare scattandosi delle semplici fotografie. Proviamo a scoprire qualcosa di più, e abbandoniamoci alla moda del momento.

L’app di cui vi vogliamo parlare di chiama “Friendz”, ed è un’idea 100% italiana che, grazie al successo ottenuto, è diventata una vera e propria startup , ed una community virtuale e fisica. La sede, infatti, si trova a Milano, e la squadra che ha portato avanti questo discorso è formata da tre cervelli “made in Italy”: Cecilia Nastro è la direttrice Marketing, Daniele Scaglia quello operativo mentre Alessandro Cadoni è l’amministratore delegato. Ultimo, ma solo perchè si aggiunto al progetto dopo gli altri, è Andrea Mascheroni, ovvero il community manager dell’azienda.

L’idea di questi 4 ragazzi, in realtà, è molto semplice, ma permetterà di monetizzare i propri selfie: utilizzando Friendz sarà possibile aderire alle campagne pubblicitarie di diversi brand. Per partecipare vi basterà scattare ovviamente delle fotografie (e per questo, forse, non avete bisogno di istruzioni per l’uso), e pubblicarle sui social network corredandole con l’hashtag giusto.

A questo punto, l’app valuterà la qualità e l’originalità delle immagini, attribuendone di conseguenza un valore monetario. Più scatterete fotografie, e più ne pubblicherete, è più verrete valutati. Alla fine potreste ottenere gift card, o buoni d’acquisto per vari negozi.

Cecilia Nastro, parlando del progetto, ha ammesso: “Persone comuni presentano un prodotto agli amici, non blogger famosi o influencer. Crediamo che le persone siano molto più brave della televisione ad aiutare le aziende a raccontarsi …Per questo puntiamo su un fortissimo rapporto con la community, che ci ha stupito per l’entusiamo e i consigli”.

Insomma, da oggi non avrete più scuse: via libera ai selfie…grazie a Friendz!


Come controllare gli SMS da PC

Posted on by andrea in Smartphone Commenti disabilitati su Come controllare gli SMS da PC

smsOggi gli sms sono ormai entrati a far parte delle nostra vita quotidiana. Sono diventati uno degli strumenti principali tramite i quali giovani e meno giovani si mettono in contatto con amici e colleghi. Forse non tutti sanno che è possibile controllare sms anche dal proprio pc. Non stiamo parlando di inviare sms anonimi, ma di controllare i messaggi presenti sul proprio telefono tramite il computer, molto utile ad esempio nei casi in cui si è stati vittime di un furto o si è perso il proprio smartphone. Read more


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi