Brand e prezzo: quali relazioni?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Brand e prezzo: quali relazioni?

Un marchio è sostenuto da una sorta di “accordo” tra un consumatore e l’azienda che vende il marchio. In altri termini, un consumatore sceglie di acquistare un marchio, piuttosto che quello di un concorrente, in base principalmente alla sua reputazione. Può allontanarsi occasionalmente dal marchio a causa del prezzo, dell’accessibilità o di altri fattori, ma un certo grado di fedeltà continuerà ad esistere fino a quando un brand diverso non otterrà la sua fedeltà, tramutando così il marchio in un vero e proprio punto di forza di un’organizzazione.

In altre parole, fino a quando il brand non verrà sostituito da altri marchi nella mente del cliente e nelle sue sfere preferenziali e di decisione, il consumatore premierà il proprietario del marchio con del denaro, ad assicurare flussi di cassa futuri all’azienda.

Si tenga anche conto che prezzo e marchio sono correlati in modo complesso. I prodotti di marca sono infatti generalmente più costosi dei marchi ”store”’ o ”generici”. Alcuni prodotti hanno una ”brand equity”’ talmente elevata che hanno sempre un premio, ovvero un differenziale di prezzo che sembra essere giustificato solo dall’uso di quel determinato marchio. Non solo: in alcuni casi il prezzo elevato di per se stesso può essere un aspetto determinante del marchio e il consumo di quel marchio può segnalare ad altri la ricchezza o lo status sociale del consumatore.  In ambienti più competitivi, il marchio richiede fedeltà solo quando il prezzo è ritenuto corretto. Read more


Cos’è un brand?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Cos’è un brand?

computerUn marchio o brand è un nome e/o un simbolo che identifica in modo univoco i beni o servizi del venditore sul mercato. Ad oggi, secondo le ultime ricerche di Nielsen Media Research, ci sono più di 500.000 marchi in tutto il mondo in più di 2.000 categorie di prodotti, permettendo così ai clienti di riconoscere rapidamente i produttori di beni o i fornitori di servizi che stanno cercando.

Nel corso del tempo, e con la crescente esperienza del consumatore, i marchi hanno finito con l’acquisire fama per qualità, valore, livello di prezzo, affidabilità e molte altre caratteristiche che aiutano i consumatori a scegliere tra le diverse offerte concorrenti.

In tal senso, i brand sono strumenti di comunicazione convenienti e sintetici, pur non nuovi: i marchi sono infatti stati usati fin dall’antichità, con numerosi esempi. L’etichettatura del bestiame ha attraversato l’Atlantico dalla Spagna, ma i “marchi” erano stati usati molto prima di allora da vasai e argentieri per identificare i loro prodotti. Insegne ornamentali appese su osterie e taverne servivano allo stesso scopo. Dalla seconda metà dell’Ottocento, il marchio si è poi evoluto in un avanzato strumento di marketing. Read more


Sicurezza sul lavoro, infortuni in calo

Posted on by andrea in Lavoro Commenti disabilitati su Sicurezza sul lavoro, infortuni in calo

work-boots-889816__340La capacità di prevenire gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, analizzando costantemente e attentamente i possibili fattori di rischio, è un elemento fondamentale per un’efficace sistema di gestione integrata di qualità, salute e sicurezza, sia sul luogo di lavoro sia per l’ambiente, in linea con le norme UNI EN ISO 9001:2015, UNI EN ISO 45001:2018 e UNI EN ISO 14001:2015. Read more


Assistenti virtuali: cosa sono e quando usarli

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Assistenti virtuali: cosa sono e quando usarli

voip 2Hai mai sentito parlare di un assistente virtuale? Gli assistenti virtuali sono persone che lavorano a distanza offrendo vari set di competenze specialistiche ai proprietari di aziende e ai liberi professionisti troppo impegnati per poter seguire tutto, o per poterlo fare con la giusta efficienza.

A seconda di ciò che è la loro competenza di nicchia, aiutano gli imprenditori con tutto ciò che dovrebbero fare per la conduzione della propria attività. Per esempio, sono in grado di generare contatti, gestire e-mail, pianificare, elencare gli impegni, prendere appuntamenti e altro ancora. Alcuni compiti più grandi e complessi includono la supervisione della realizzazione e la gestione del servizio clienti, e tanto altro ancora. Insomma, c’è probabilmente un assistente virtuale là fuori per ogni compito immaginabile che è necessario realizzare per il tuo business. Read more


Videocitofono VoIP: i vantaggi a casa e in azienda

Posted on by andrea in Lavoro Commenti disabilitati su Videocitofono VoIP: i vantaggi a casa e in azienda

voip 2Le opportunità date oggi dai sistemi di comunicazione VoIP sono immense, sia per le aziende, sia per le comuni abitazioni. Tra i prodotti più interessanti degli ultimi tempi i videocitofoni VoIP rappresentano una delle novità che ci permettono di approfittare al massimo di questa nuova tecnologia.

Come funziona un videocitofono VoIP

Un comune videocitofono funziona tramite la rete elettrica di casa, che dal citofono esterno giunge fino a quello interno, in una linea analogica o digitale poco importa. Nel momento in cui qualcuno suona alla porta dall’interno dell’abitazione o dell’ufficio è possibile attivare una telecamera, che permette di verificare chi c’è alla porta; alcuni tasti permettono di aprire la porta o il cancello, di accendere le luci lungo il tragitto fino alla casa, di colloquiare con chi si trova all’esterno. I videocitofoni VoIP fanno tutto questo, ma tramite la rete internet, in modo digitale e in genere in alt qualità.

I vantaggi per chi usa questo dispositivo in casa

Per chi è in casa avere a disposizione un videocitofono VoIP permette di rispondere senza alzarsi per arrivare sino al citofono interno: è sufficiente installare una comoda app per lo smartphone, o per il tablet o il PC, per verificare chi sta suonando e aprire la porta, o anche accendere le luci, o attivare altre opzioni di vario genere. Una comodità estrema, che ci consente di ricevere una notifica che riguarda la presenza di qualcuno alla porta di casa anche mentre effettivamente siamo altrove. Le app dedicate a questo tipo di compiti infatti consentono la connessione con il citofono praticamente ovunque; mentre si è fuori casa e qualcuno suona è possibile verificare di chi si tratta, permettergli eventualmente l’accesso all’abitazione o anche comunicare con lui per rinviare l’incontro.

I vantaggi in azienda

In azienda valgono i medesimi vantaggi che si hanno in casa, con la maggiore comodità dovuta al fatto che in molte aziende il numero di persone che si presentano all’ingresso può essere molto elevato. Gli addetti all’accoglienza non dovranno costantemente spostarsi per verificare chi sia presente all’ingresso, basta infatti utilizzare un qualsiasi terminale, anche quello del computer su cui si sta lavorando ad altro. In più sono molteplici le opzioni aggiuntive che si possono collegare al videocitofono VoIP, ad esempio il controllo degli accessi all’azienda, con comunicazione diretta all’ufficio del personale, sempre tramite apposite applicazioni.

Servizi aggiuntivi

Trattandosi di un servizio digitale che comunica attraverso la rete internet il videocitofono VoIP consente un’ampia serie di personalizzazioni. Ad esempio esistono già oggi delle app che permettono di collegare il videocitofono all’impianto domotico disponibile in casa. Si possono collegare sensori di vario genere, con un sensore di movimento davanti al videocitofono che attiva la fotocamera non appena si presenta qualcuno alla porta ci sentiremmo tutti più sicuri, soprattutto considerando il fatto che le immagini ci raggiungeranno anche se ci troviamo all’estero in vacanza. I videocitofoni di questo genere possono anche permetterci di utilizzare lo smartphone come chiave d’accesso alla casa, o di consentirci di attivare delle luci o altre azioni a distanza.


Multitasking: è utile o è un falso mito?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Multitasking: è utile o è un falso mito?

Per anni si è parlato del multitasking in ambito di lavoro come il vero “segreto” per essere più efficienti e più produttivi. Ma è davvero così? La risposta è, purtroppo per tutti coloro i quali ci hanno creduto con il passare del tempo, negativa.

Tutti noi crediamo di essere multitasking. O lo abbiamo creduto in passato. In realtà, però, l’evidenza ci dimostra che gli esseri umani non sono in grado di fare più cose contemporaneamente. Le persone non possono svolgere molto bene delle attività in multitasking, e quando la gente dice di poterlo fare, si sta solo illudendo. E, lo sappiamo ancora più in profondità, il cervello è molto bravo a illudersi. Read more


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi