Come iniziare (bene) un’email di marketing!

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Lascia un commento

Sai come iniziare opportunamente un’email di marketing? Ebbene, si parte dall’intestazione. L’header possiede i campi “a”, “da”, “risposta a”, e non solo. Si tratta di campi sottovalutati ma che, in realtà, sono grandi opportunità per poter costruire una relazione mediante la creazione di una percezione di familiarità. In altre parole, tieni sempre conto che il lettore deve percepire che l’email è “unica” per loro, e viene inviata personalmente dall’autore.

Puoi naturalmente aiutarti usando un servizio personalizzato che possa creare l’attesa familiarità e costruire la fiducia con il lettore. L’indirizzo “da” dovrebbe includere anche il nome della tua organizzazioni, permettendo così subito al lettore di identificare l’origine del messaggio.

Concentra poi grande attenzione sull’oggetto, che per alcuni autori è effettivamente la parte più importante di una e-mail. Ricorda che un buon oggetto deve aiutare il lettore nell’identificare l’e-mail e anche invogliare ad aprirla. L’oggetto è anche spesso controllato dai filtri antispam e pertanto dovrebbe escludere parole “pericolose” come “gratis”, “vinci” e “compra ora”. Punta su un oggetto coerente con il nome dell’azienda e il messaggio, al fine di creare familiarità e aiutare i lettori a ordinare la loro casella di posta in arrivo. Come per tutto ciò che è online, il test compiuto su diverse linee tematiche porterà i marketer alla formula che funziona per loro. Read more


Ottenere migliore motivazione con i nuovi inizi

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Ottenere migliore motivazione con i nuovi inizi

Ti sei mai chiesto perché tutti scelgono il 1 ° gennaio per prendere dei nuovi impegni? Sì, è un nuovo anno. Ma è anche un punto arbitrario nella vita della maggior parte delle persone. Il 1 ° gennaio potrebbe essere una buona data per fissare nuovi impegni, ma non è molto meglio del 28 luglio o del 15 settembre.

Ecco dunque una cosa importante: puoi concederti un nuovo inizio in qualsiasi momento della tua vita! Facendo così, avrai un’esplosione di energia, secondo almeno quanto riferisce un recente studio della Wharton School of Business.

I ricercatori hanno infatti scoperto che questi “indicatori intertemporali” ci incoraggiano in due modi: facendo in modo che le persone si disconnettano dai fallimenti del passato e promuovendo una visione d’insieme della vita. Questi fattori ci rendono più motivati a sequestrare i nostri fallimenti e portare a termine le cose. Quindi, pensa a un evento recente, che si tratti di una promozione, di una rottura, di qualche altra occasione speciale e di un nuovo inizio. Lo troverai più credibile di quanto pensi!

Prova a sederti per creare un messaggio. Annotalo e rendilo concreto. Ecco un esempio di una nota che puoi scrivere, digitare o a mano: “Mi lamento di essere sempre occupato, ma quanto è sprecato, improduttivo? D’ora in poi, farò il massimo in ogni ora”. Oppure prova questo: “L’ho rimandato troppo a lungo; è passato molto tempo da quando ho pensato di iniziare l’attività che stavo sognando. Inizierò lentamente come progetto secondario per ora e vedrò dove mi porta. Oggi è il momento giusto!”.


Assumere una posizione di sicurezza serve per l’autostima

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Assumere una posizione di sicurezza serve per l’autostima

Il linguaggio del corpo può essere molto più importante di quanto puoi immaginare. Può infatti influenzare non solamente come sei percepito dagli altri, ma anche la tua chimica “interna”. In altri termini, tenere il tuo corpo in una certa posizione cambia letteralmente il modo in cui sei!

Amy Cuddy, professore alla Harvard School of Business, ha tenuto un TED Talk nel 2012 sul significato del linguaggio del corpo. La sua premessa è che la comunicazione non verbale (cioè il linguaggio del corpo) può essere tanto importante quanto la comunicazione verbale. E uno dei modi in cui puoi comunicare non verbalmente è con una “posa di potere”.

Ci sono due tipi di pose di potenza: una alta e una bassa. Una posa ad alta potenza di solito significa avere il proprio corpo aperto, piuttosto che ingobbito. Ciò significa petto fuori, braccia spalancate, niente leggerezza. Più semplicemente, significa che cerchi di occupare molto spazio. Di contro, una posa a bassa potenza si presenta con qualsiasi posa che ti renda piccolo e ammucchiato.

I ricercatori hanno scoperto che semplicemente tenendo una posa ad alta potenza per appena due minuti puoi aumentare i livelli di testosterone, che sono associati con la fiducia, e diminuisce i livelli di cortisolo, che sono associati allo stress.

Dunque, abituati a tenere certe pose: ti darà una maggiore sicurezza e ti aiuterà a lavorare meglio. Smetti di penzolare e colpisci chi ti sta intorno con una posa ad alta potenza. Se ti sembra “strano”, allenati in bagno o prendi una sala riunioni, e chiudi la porta. Concentrati anche sulla posizione dei tuoi piedi, sorridi di più, allineati meglio con il tuo interlocutore e abbassa la voce con una respirazione profonda.


Peer to peer: come funziona questa tecnologia

Posted on by andrea in Web Commenti disabilitati su Peer to peer: come funziona questa tecnologia

computerLa tecnologia peer to peer viene oggi utilizzata in diversi ambiti; spesso la si correla ai siti che consentono il download illegale di materiale multimediale e software, ma in realtà questa tecnologia viene utilizzata anche in molte altre situazioni. Numerosi siti che consentono la visione in streaming di filmati di vario genere utilizzano il peer to peer, ma in un certo modo approfittano di questa tecnologia anche alcune criptovalute. Si tratta in pratica di un metodo per dare vita ad una rete tra computer, per la distribuzione di file, senza dover mettere a disposizione degli utenti un server particolarmente potente. Vediamo ora una piccola guida su come funziona il peer to peer. Read more


Lavoro, 3 consigli per guidare il tuo gruppo al successo

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Lavoro, 3 consigli per guidare il tuo gruppo al successo

Devi coordinare i lavori di un gruppo e vorresti condurlo al successo? Inizia con il mantenere un comportamento etico nei confronti dei tuoi dipendenti e richiederlo con chiarezza, facendo poi sapere alla tua squadra che la missione è abbastanza importante da richiedere i loro sforzi più intensi.

Naturalmente, non ti basterà dirlo. Il modo migliore per indurli a farlo implica che tu stia già facendo tutto ciò che serve. Metti in mostra i tuoi sforzi e fai capire che sei parte integrante dei loro impegni: l’esempio trascinerà la tua squadra più di mille parole.

Cerca inoltre di non limitarti a criticare un errore. Un vecchio adagio dice di non lamentarsi mai a meno che tu non abbia un’idea migliore. Allo stesso modo, criticare un dipendente per aver commesso un errore, ma non aiutarlo a imparare dall’errore, significa semplicemente lamentarsi, in modo fine a se stesso. Rammenta che tutti commettiamo errori e tutti dovremmo imparare da loro. Un ottimo esempio per te è quello di dimostrare che, come squadra, aiutiamo a vicenda a imparare, compreso l’apprendimento quando si fa un po’ di confusione.

Infine, ricorda di fare prima sempre le cose difficili. È importante affrontare i compiti più ardui e spiacevoli subito, ogni giorno. Le persone tendono a procrastinare, e lo fanno spesso per compiti grandi, complicati e onerosi. Ma nessun grande progetto progredisce mai fino a quando non saranno completati proprio i compiti grandi, complicati e onerosi.

Quando la tua squadra ti vede assalire l’elefante nella stanza, ottiene la convinzione e il coraggio necessari per fare altrettanto. Infine, ricorda che il tipo di dipendente che hai è un riflesso di te. L’esempio che hai impostato e l’integrità che dimostri determinano quanto sia ispirata la tua squadra. Inizia dando l’esempio e la tua squadra ti seguirà!


Identificare una nicchia di mercato per un business di successo

Posted on by Eleonora De Giorgio in Lavoro Commenti disabilitati su Identificare una nicchia di mercato per un business di successo

Hai in mente un “business da sogno” da anni? Probabilmente immagini che una certa nicchia possa essere redditizia, o che un certo prodotto possa essere un bestseller. Tuttavia, fino a quando non farai una vera ricerca di mercato, non lo saprai davvero. E non vale la pena investire il capitale iniziale – tempo e denaro – finché non si è sicuri che un particolare mercato meriti di essere perseguito.

Fondamentalmente, per poterti garantire un successo imprenditoriale non puoi che iniziare con l’analizzare prima il mercato. Devi identificare quali nicchie sono popolari in questo momento e quali tipi di prodotti sono “hot” per la vendita. Ma fai attenzione a non prendere qualcosa che è in realtà un fuoco di paglia: alcuni progetti apparentemente di successo si possono rapidamente trasformare in flop.

Alcune nicchie di particolare appetibilità sono peraltro ben note e, purtroppo per te, ben presidiate. Pensa ai prodotti per la cura degli animali, ai programmi di allenamento e perdita di peso, agli integratori alimentari e cure naturali, ai viaggi, alla fotografia, ai videogiochi.

Ma come identificare un mercato “caldo”? Un metodo piuttosto semplice sono i rivenditori online come Amazon. Cerca i prodotti più venduti, e integra queste informazioni con le notizie che puoi trovare su social media & co.

Cerca anche le nicchie in cui c’è discreta concorrenza. Sembra un controsenso, ma almeno per un imprenditore su piccola scala come te, è meglio non essere un pioniere – il primo sul mercato. Meglio invece andare laddove c’è già un grande gruppo di persone pronte a comprare.

Infine, cerca di abbinare uno di questi mercati di nicchia, redditizi, con qualcosa che ti interessa. Con così tanti mercati potenziali là fuori, cerca di trovare un modo per abbinare la tua passione con i profitti!


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 85 86   Next »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi