Partorire accresce il rischio di cancro al seno?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Lascia un commento

Le donne che hanno partorito di recente potrebbero andare incontro a un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno, secondo quanto afferma un nuovo studio. Di fatti, sebbene alcune ricerche passate suggeriscano che le donne che hanno figli tendono a sviluppare un rischio di cancro al seno più basso rispetto a coloro che non lo fanno, in realtà un gruppo di ricerca guidato dall’Università del North Carolina Lineberger Comprehensive Cancer Center ha riscontrato come la “protezione” dal cancro può richiedere più di 20 anni dopo il parto per assumere effetto.

In un’analisi di 15 studi prospettici condotti in tutto il mondo, i ricercatori hanno dunque scoperto che le donne che hanno avuto recentemente un bambino sono più a rischio di cancro al seno rispetto alle loro controparti senza figli, (dati pubblicati sulla rivista medica Annals of Internal Medicine). Read more


Malattie cardiache del cane legate agli alimenti senza cereali?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Malattie cardiache del cane legate agli alimenti senza cereali?

Negli Stati Uniti le segnalazioni di insufficienza cardiaca in cani che mangiano alimenti senza cereali stanno scatenando un’indagine della FDA. In particolare, il report dell’istituzione si concentra sull’aumento della cardiomiopatia dilatata canina (DCM), una malattia del muscolo cardiaco di un cane che si traduce in un cuore ingrossato, con la FDA che sta avvisando i proprietari di animali domestici e i professionisti veterinari di una potenziale relazione.

“Nel momento in cui il cuore e le sue camere si dilatano, diventa più difficile per il cuore pompare, e le valvole cardiache possono fuoriuscire, portando ad un accumulo di liquidi nel torace e nell’addome. Spesso il DCM si traduce in insufficienza cardiaca congestizia” afferma la FDA.

Se intercettato presto, i funzionari sanitari sostengono che il problema possa permettere alla funzione cardiaca di migliorare nei casi che non sono legati alla genetica. Read more


Depressione e cibo spazzatura, quali collegamenti?

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Depressione e cibo spazzatura, quali collegamenti?

Mangiare cibo spazzatura aumenta il rischio di diventare depressi? Secondo quanto rivela un nuovo studio, la risposta potrebbe essere positiva, aprendo dunque nuovi margini di valutazione sul collegamento che potrebbe esistere tra il junk food e la depressione.

Per quanto concerne l’analisi di cui ora ci occuperemo, rammentiamo come team di ricercatori in Gran Bretagna, Spagna e Australia abbiano analizzato i dati di 41 studi multi-paese, trovando la possibilità  di collegare l’assunzione di cibi malsani con l’infiammazione cronica associata allo sviluppo della depressione clinica.

In particolare, gli alimenti trasformati ad alto contenuto di grassi portano all’infiammazione attraverso l’apparato digerente, arrivando fino al cervello e colpendo i neurotrasmettitori incaricati di regolare l’umore – afferma lo studio. Questa infiammazione sistematica ha effetti simili sul corpo come l’obesità, l’inquinamento e la mancanza di esercizio fisico, secondo gli autori dello studio. Read more


Personalità borderline, ecco 3 sintomi per intercettarla

Posted on by Eleonora De Giorgio in Psicologia Commenti disabilitati su Personalità borderline, ecco 3 sintomi per intercettarla

Secondo alcune ricerche, sarebbe possibile intercettare la manifestazione di una personalità borderline attraverso 3 principali sintomi.

Il primo è se il proprio stato d’animo cambia spesso all’improvviso. Di fatti, le persone che hanno qualche sintomo di disturbo borderline della personalità sono sensibili al loro ambiente di riferimento, e dunque a tutto ciò che accade nel loro lavoro, nella loro vita e nelle loro relazioni. Una persona con un disturbo borderline della personalità, per esempio, ha difficoltà a distinguere tra il flusso e il riflusso quotidiano della vita e le situazioni che sono direttamente collegate a loro, reagendo dunque in modo eccessivo a qualcosa di apparentemente minore, come perdere l’autobus.

In secondo luogo, è possibile che anche gli interessi e i valori cambino improvvisamente. Le persone con tale disturbo vedono la loro personalità come malleabile, e spesso non sono del tutto sicuri di chi sono o chi vogliono essere. A sua volta, questo li rende rapidi nel cambiare i loro interessi e valori, divenendo influenzati da persone o fattori esterni. Read more


Apnea ostruttiva del sonno: è legata a malattie cardiache

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Apnea ostruttiva del sonno: è legata a malattie cardiache

Russare è qualcosa con cui la maggior parte di noi ha a che fare più o meno frequentemente ma… questo fastidio può avere un effetto sulla salute del nostro cuore? Per le donne, la risposta potrebbe essere positivamente, almeno secondo quanto suggerito da un nuovo studio.

L’apnea ostruttiva nel sonno (OSA) è una forma grave di russare che si verifica quando i muscoli della gola si rilassano e bloccano le vie respiratorie durante il sonno: è proprio questo che causa il forte russare che tutti conosciamo bene, ma ciò che lo rende diverso è il fatto che la persona interessata soffrirà di bocca secca, irritabilità e affaticamento diurno.

Ora, un nuovo studio della Radiological Society of North America e dell’Università di Monaco di Baviera in Germania, suggerisce che l’OSA possa anche aumentare il rischio di malattie cardiache. I risultati hanno mostrato che sia gli uomini che le donne con OSA avevano maggiori probabilità di avere pareti allargate nel ventricolo sinistro del cuore – la camera del cuore che pompa il sangue attraverso il corpo, costringendo così il cuore a lavorare di più, il che a sua volta aumenta il rischio di malattie cardiache. Read more


Ottenere migliore motivazione con i nuovi inizi

Posted on by Eleonora De Giorgio in Salute Commenti disabilitati su Ottenere migliore motivazione con i nuovi inizi

Ti sei mai chiesto perché tutti scelgono il 1 ° gennaio per prendere dei nuovi impegni? Sì, è un nuovo anno. Ma è anche un punto arbitrario nella vita della maggior parte delle persone. Il 1 ° gennaio potrebbe essere una buona data per fissare nuovi impegni, ma non è molto meglio del 28 luglio o del 15 settembre.

Ecco dunque una cosa importante: puoi concederti un nuovo inizio in qualsiasi momento della tua vita! Facendo così, avrai un’esplosione di energia, secondo almeno quanto riferisce un recente studio della Wharton School of Business.

I ricercatori hanno infatti scoperto che questi “indicatori intertemporali” ci incoraggiano in due modi: facendo in modo che le persone si disconnettano dai fallimenti del passato e promuovendo una visione d’insieme della vita. Questi fattori ci rendono più motivati a sequestrare i nostri fallimenti e portare a termine le cose. Quindi, pensa a un evento recente, che si tratti di una promozione, di una rottura, di qualche altra occasione speciale e di un nuovo inizio. Lo troverai più credibile di quanto pensi!

Prova a sederti per creare un messaggio. Annotalo e rendilo concreto. Ecco un esempio di una nota che puoi scrivere, digitare o a mano: “Mi lamento di essere sempre occupato, ma quanto è sprecato, improduttivo? D’ora in poi, farò il massimo in ogni ora”. Oppure prova questo: “L’ho rimandato troppo a lungo; è passato molto tempo da quando ho pensato di iniziare l’attività che stavo sognando. Inizierò lentamente come progetto secondario per ora e vedrò dove mi porta. Oggi è il momento giusto!”.


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 14 15   Next »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi